Le origini naturali e chimiche di un prodotto cosmetico

15 Maggio 2014

Non è detto che il cosmetico naturale sia più sicuro rispetto ai cosmetici non naturali. Infatti, tutti i prodotti in commercio, compresi quelli contenenti materie prime di sintesi, sono sicuri, in quanto sottoposti a precise valutazioni per tutelare la salute del consumatore.

Innanzitutto tutti i cosmetici “ industriali” vengono fabbricati seguendo delle norme di buona fabbricazione e vengono controllati dal punto di vista microbiologico. Un prodotto naturale non è detto invece che sia idoneo all’applicazione sulla cute, potrebbe scatenare delle allergie o contenere dei batteri che potrebbero essere dannosi per la cute.

Sempre di più i principi attivi vegetali utilizzati per formulare i cosmetici “industriali” vengono prodotti con metodi standardizzati, rigorosi e sempre più scientifici, che garantiscono un elevato grado di purezza dell’estratto, e soprattutto una materia prima standardizzata, sempre equivalente per titolo di attivo.

Nell’utilizzo di prodotti naturali “artigianali” invece non è possibile avere un prodotto standardizzato, il contenuto di attivo che viene applicato potrebbe essere diverso di volta in volta, a seconda della fonte di provenienza.

La dicitura “naturale”, in genere, implica che gli ingredienti utilizzati siano estratti direttamente da piante o animali, invece che essere sintetizzati. Non esiste però ad oggi uno standard europeo che definisca i criteri per i cosmetici naturali o biologici.

Esistono diversi enti certificatori (es. Ecocert, Natrue, ecc.) che definiscono ognuno i propri parametri. Tutto ciò potrebbe creare un po’ di confusione al consumatore, si è quindi in attesa di un completamento di uno Standard Europeo entro il 2015.